top of page

Stanwell, la danese con la corona

Da segheria a fabbrica di pipe





Siamo alla fine degli anni quaranta quando il danesissimo Poul Nielsen decise di adottare un nome dagli squisiti connotati inglesi: Stanwell.


Perché mai? Semplice, a quel tempo le pipe in radica più pregiate erano quelle di produzione inglese e quindi optò per questo stratagemma al fine di ampliare il proprio mercato di pipe.

Possiamo dire che la scelta fu sicuramente azzeccata…anzi, nessuno e neppure lo stesso Nielsen avrebbe potuto immaginare che l’azienda ne avrebbe tratto un grandissimo beneficio, acquistando un prestigio e rinomanza a livello internazionale. E questo non solo per il cambio di nome, ma anche ed in particolare per lo stesso stile danese.


Strettamente legato alla storia della casa Stanwell è il nome di Sixten Ivarsson, designer geniale che ha contribuito notevolmente alla notorietà mondiale della pipa danese e che è rimasto fedele alla Stanwell e al suo fondatore Poul “Stanwell” Nielsen per quasi quarant’anni.


Quando venne fondata l’azienda?

La ditta venne fondata nel nel 1942 a Kyringe, nei Paesi Bassi, quando la Danimarca si trovava sotto occupazione nazista.

Dapprima si trattava di una segheria dove si producevano zoccoli in legno. Poco dopo però la produzione venne estesa alle pipe in faggio a forma quadrata.

A partire dal 1948, quando ebbe inizio la collaborazione con Sixten Ivarsson, le pipe vennero prodotte in radica.

Ad eccezione delle teste della pipa che sono prodotte necessariamente alla fresatrice copiatrice, tutte le altre fasi di lavorazione vengono eseguite manualmente.


Il marchio costituito da una “S” sormontata da una corona viene intarsiato su ogni bocchino in argento, in ottone oppure in colore bianco a seconda della qualità della pipa.

Dal 1965 la moderna fabbrica della Stanwell è situata a sud di Copenhagen.



Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page